giovedì 13 giugno 2019

Italia, Irlanda ed Europa

Giustamente il Capitano lamenta una bassa crescita economica dell'
Italia ed allora ho messo a confronto dati economici significativi dell'
Italia con quelli dell' Irlanda dove negli ultimi 22 anni il PIL in media
è cresciuto del 5,9%!
Nella tabella che segue ho inserito anche i valori dell' Area Euro che
conferma che l' Irlanda è un autentico campione dove tasse societarie,
tasso di disoccupazione, l' incidenza dei costi dello stato sul PIL ed il
rapporto debito PIL sono la metà dell' Italia e sempre inferiori a quelli
dell' Area Euro.
L' Irlanda e' allora il paese dei balocchi? Bene, se hai un problema di
salute, alcuni residenti in Irlanda consigliano di curarsi a Londra o a
Milano. Li lo stato costa meno perchè dà servizi inferiori, altro che
reddito di cittadinanza, quota 100 e flat tax alle persone.
Infine possiamo osservare che l' Irlanda con il rapporto debito PIL al
64,8 ha lo spread a 55 punti mentre l' Italia con il rapporto debito PIL
doppio al 132% ha lo spread a 262 punti, cioè 4,76 volte.
Allora lo spread non ha un rapporto geometrico con il rapporto debito
PIL bensì ha un rapporto esponenziale e continuare a finanziare delle
attività con il debito ci porterebbe presto a raddoppiare lo spread con
tutto il negativo che ne conseguirebbe, anche se alcuni non capiscono.


domenica 9 giugno 2019

Il Dow Jones è ritornato rialzista?

Nel grafico in basso a destra possiamo osservare che la curva del Long Trend
e MACD 1 è scesa fino quasi al suo minimo e di lì è rimbalzata uscendo dall'
Area di supporto rialzista (Area S.R. nel grafico).
Nel contempo la curva Long Term e MACD 2.0 è pure rimbalzata ed ora tende
a superare la curva del Long Term e MACD 2.5.
Qualora anche questo "sorpasso" avvenisse ci troveremmo per il Dow Jones in
una prospettiva rialzista con interessanti proiezioni di nuovi massimi.


domenica 2 giugno 2019

L' FTSEMIB e lo Spread

Nel grafico dell' FTSEMIB la curva blu del Trend e MACD 1.5 era rialzista
a sinistra ed infatti il rialzo proseguì fino al maggio 2018.
Ora però la curva blu si è portata sotto all' area verde del Trend e MACD 2.5
ed è diventata quindi ribassista e prevede la probabilità del proseguimento
della fase ribassista del nostro indice.
All' opposto i minimi dello spread sono in rialzo dal 2007 e quindi vedono
la probabilità della continuazione del suo rialzo con tutto quello di negativo
che ne conseguirà. Al momento l' FTSEMIB ha un forte supporto a 19.300
punti ed l' area di accumulazione che si estende tra 19.300 e 20.500 punti .


domenica 26 maggio 2019

Il Dow Jones Industrial e la volatilità

Gli indicatori di volatilità anche se sono precisi sono molto volatili
e lo vediamo quando confermano il minimo di dicembre 2018.
Successivamente il Dow Jones Industrial ha completato il disegno di
un movimento: spalla S1, testa T1 e spalla S2 con finale rialzo della
volatilità riportata dall' indicatore in verde nel grafico.
La guerra dei dazi ed il ban su Huawey che è la rottura di una filiera
globale tecnologica che non coinvolge solo Stati Uniti e Cina ma ad
esempio anche l' inglese ARM sono le cause di questa dinamica.                                                            Dazi e rotture di filiere industriali non porteranno più profitti, anzi
porteranno più problemi che la liquidità non riuscirà a limitare e la
difficoltà nell' applicare la Brexit lo confermano.



venerdì 24 maggio 2019

La crescita dell' Italia

Nei grafici che riporto possiamo notare che la crescita del PIL si riduce
progressivamente mentre il rapporto del debito con il PIL tende a salire
sia durante che dopo la crisi del 2.009.
Soprattutto in questi ultimi 10 anni in Italia la crescita del debito non ha
aiutato la crescita economica mentre in altri paesi Europei si è verificata
la situazione opposta.
Cioè l' economia è cresciuta mentre il rapporto debito PIL è diminuito e
questi andamenti sono associato ad un controllo dei costi pubblici con
conseguenti "spending review": abbiamo da imparare in e dall' Europa?


sabato 18 maggio 2019

Il Bitcoin vicino al primo obiettivo

La tabella sotto il grafico ha la funzione di individuare i minimi,
le aree di accumulazione e 2 livelli di massimi.
Ora, nella riga evidenziata in verde il Bitcoin ha diversi obiettivi
a circa 8.300 dollari e quando il 15 maggio ha raggiunto il valore
di 8.263$ ha invertita rotta perdendo in 2 giorni il 10,7%.
Nel grafico l' inversione è ben riportata dall' indicatore Trend e
MACD a medio termine.
Mentre il Trend a lungo, che aveva individuato il minimo relativo
resta positivo e ci spinge a guardare alla parte destra della tabella
che da un lato propone alcuni massimi tra cui 21.000 $ e diversi
minimi tra cui 157 $.
Non ci resta che seguire l' evoluzione dei trend per capire verso
quale obiettivo si dirigerà il Bitcoin.



domenica 12 maggio 2019

Il Bitcoin dopo l' accumulazione

Come scrivevo il 16 marzo 2.019 il Bitcoin si trovava in area
di accumulazione che si collocava sotto i 4.500 dollari.
Nell' area di accumulazione il Bitcoin ha realizzato un doppio
minimo ascendente, come evidenziato nel grafico.
Un doppio minimo ascendente in area di accumulazione è un
forte segnale rialzista a cui seguito il rimbalzo in corso oltre i
7.000 dollari dove appare qualche segnale di ipercomprato.
Questo accade in un mondo dove nulla è scontato e dove tutto
può essere seguito con l' analisi quantitativa, basta applicarsi.



sabato 4 maggio 2019

Il Down Jones e la FRED

Il Down Jones Industrial negli ultimi 16 mesi ha disegnato un triplo
massimo con una decisa variabilità interna interrompendo il trend
rialzista basato sul minimo del febbraio 2016.
Ora i trend a lungo assegnano ancora un obiettivo di 32.200 mentre
i trend a medio e breve individuano obiettivi e resistenze sui 27.000
27.700 punti e con una visione di sviluppo laterale.
Nel contempo la curva del differenziale dei tassi sta andando verso
un minimo, segnalando così la possibilità di una recessione a medio
termine, come documentato dal grafico della FRED di Saint Louis.




























domenica 28 aprile 2019

L' obiettivo del Nasdaq 100

Come evidenziato nel grafico le 2 curve di Trend e MACD
sono entrambe rialziste senza alcuna divergenza tra di loro.
Inoltre il Trading System per ora calcola per il Nasdaq 100
un obiettivo/resistenza a 8.150 punti, quindi ancora un +4%.
Tra una settimana sarà interessante verificare anche il DJI.


sabato 13 aprile 2019

L' FTSEMIB ed il PMI

Nel grafico riporto l' andamento dell' FTSEMIB e quello del PMI composito
che evidenziano come l' ultimo governo non abbia portato fortuna alla crescita
economica del paese che è alla base del benessere di tutti.
Tuttavia negli ultimi anni l' economia Italiana aveva fatto dei progressi ed ora
sta cercando di stabilizzarsi tra una stagnazione ed una piccola crescita, i miei
complimenti vanno alle aziende che sono capaci di competere nella globalità.


sabato 6 aprile 2019

L' SP500 e la curva dei tassi

Abbiamo tutti appreso che lo scorso 22 marzo il rendimento decennale dei titoli
di stato US è diminuito di 10 punti base portandosi a 2,439 mentre quello a tre 
mesi si è attestato a 2,462 dando quindi inizio all' inversione della curva dei tassi. 
Questa inversione, che è l' inversione di un differenziale, in genere è un segnale 
anticipatore dell' inversione del trend economico ed anche delle borse.
Alla luce di questo vediamo allora quali sono gli obiettivi del trading system per
l' SP500. Il primo obiettivo rilevante sono i 3.000 punti che è anche una rilevante
resistenza che anche se raggiunta non porterebbe sui massimi gli oscillatori Trend                            and MACD e quindi lascerebbe spazio per un' aggiustamento o una correzione.
Per evitare una correzione di circa il 40% l' SP500 dovrebbe raggiungere i 3.300
punti, anche dopo un eventuale aggiustamento. La situazione richiede attenzione!


domenica 31 marzo 2019

La tendenza del DAX

Nel grafico del DAX metto a confronto l' aggiustamento del 2015/2016
con quello in corso dove si nota subito che la Trendline a lungo termine
4 allora rimase rialzista mentre ora tende ad essere quasi piatta.
La ragione statistica della diversità sta nel tempo di ricerca di supporto
della curva del Trend e MACD ora è durata più a lungo tempo che nel
2016 perchè le preoccupazioni di un rallentamento dell' economia ora
sono più consistenti ed anche gli ultimi dati lo confermano.


sabato 23 marzo 2019

L' equilibrio dell' SP500

Nel grafico, entrambe le curve dei Trend e MACD a Lungo Termine
ritorneranno sui valori massimi se l' SP500 raggiungerà 3.300 punti.
Questo significa che se l' SP500 arrivasse solo a 3.000 o 3.100 punti
le curve dei Trend e MACD non raggiungerebbero il massimo valore
precedente.
In questi casi si genererebbe una divergenza tra indice ed oscillatori
che anticiperebbe un nuovo aggiustamento o una correzione.
Questo è il risultato del Trading System, mentre a noi non resta che
attendere la prossima tornata di bilanci del primo trimestre da metà
aprile in poi e verificare come sarà la realtà economico finanziaria.                                                  Viste le preoccupazioni che stanno sorgendo non è nemmeno sicuro
che a breve l' SP500 generi un nuovo massimo.


sabato 16 marzo 2019

Il Bitcoin è in area di accumulazione

Il Bitcoin, che a sinistra del grafico aveva generato una divergenza
con il Trend a lungo termine a novembre 2018 è entrato in area di
accumulazione.
Infatti l' indicatore Trend e MACD a lungo termine 2.5 a novembre
2018 è ridiventato positivo.
Da allora il Bitcoin si trova nell' alto dell' area di accumulazione che
ha anche diverso spazio di estensione verso il basso o opportunità?
Faccio notare che il Bitcoin ha un valore di standard deviation a 3
anni, quindi di volatilità, 10,5 volte superiore a quella del' SP500.
Se invece consideriamo lo spazio di oscillazione calcolato dal trading
system la volatilità confrontata con SP500 sale a 50 volte.


sabato 9 marzo 2019

L' SP500 è su un obiettivo/resistenza

L' SP500 è su un obiettivo/resistenza con un segnale di ricerca di supporto.
Nel grafico evidenzio che l' SP500 ha un obiettivo/ resistenza a 2.800 punti.
Però nel frattempo la curva blu del Long Term Trend/Macd 1.5 si è portata
sotto quella meno veloce del Long Term Trend/Macd 2.5.
Ora ogni volta che la curva 1.5 si è portata sotto alla curva 2.5 nel tempo si
è  verificato un ritorno ad un supporto precedente ed allora possiamo porci
la domanda se e quando l' SP500 raggiungerà un nuovo massimi relativo o
se prima ritornerà in un area di supporto. Il post è un pò cervellotico?


sabato 2 marzo 2019

Gli obiettivi dell' SP500

Venerdì l' SP500 ha raggiunto l' obiettivo/resistenza di 2.800 punti
ed ora ha il Bullish Market MACD positivo che ci spinge a valutare
i nuovi obiettivi/resistenze dell' indice.
Il trading system nella tabella di base ora stima fino ad un massimo
di 3.000 punti.
Però se l' indicatore long term Trend & MACD 2.5 ritornasse sui
massimi di ottimismo di settembre 2.018 l' SP500 potrebbe anche
raggiungerebbe i 3.500 punti.
Nel mercato c'è sufficiente liquidità affinchè l' SP500 raggiunga l'
obiettivo di 3.500 punti però bisogna che l' economia e la politica
non creino ostacoli.
E' interessante notare come gli aggiustamenti creino l' opportunità
di nuovi massimi anche rilevanti, economia e politica permettendo.


domenica 24 febbraio 2019

L' FTSEMIB è vicino ad un massimo?

Sulla tabella numerica possiamo osservare che l' FTSEMIB è vicino
all' obiettivo/resistenza di 20.366 punti che nel grafico è un obiettivo
della linea gialla dei rimbalzi.
Nel grafico, anche l' area in azzurro indica che siamo vicini ad di un
massimo relativo.
La linea arancione della trendline a lungo invece resta ancora negativa
come sono negative le prospettive dell' economia individuate da Fitch.
E' interessante osservare come il trading system a lungo termine abbia
la stessa visione negativa degli economisti con l' analisi fondamentale.


domenica 3 febbraio 2019

Amazon e Facebook

Oggi metto a confronto Amazon e Facebook che nell' autunno del 2018
avevano raggiunto un massimo di valore e di ottimismo che aveva creato
una divergenza con il Trend a Lungo.
La divergenza sottolinea che quello dell' autunno scorso era un massimo
anche di ottimismo periodo a cui generalmente segue un aggiustamento
o una correzione.
Le ragioni per questo aggiustamento sono ad esempio il rallentamento
della crescita in cui è incorsa Amazon nell' ultimo trimestre.
Oppure discontinuità nella realizzazione dei profitti, come è accaduto a
Facebook, che l' anno scorso li ha mancati mentre nell' ultimo trimestre
ha superato le previsioni del 19,7%.
Sia il rallentamento della crescita che la variabilità dei profitti non portano
verso nuovi massimi ma piuttosto verso una fase di aggiustamenti o anche
di correzione, se l' economia globale prosegue nel rallentamento.Vedremo!


sabato 26 gennaio 2019

Un chiarimento sull' FTSEMIB

Penso sia utile dare qualche chiarimento su come funziona il mio
trading system di periodo e riprendo quanto avevo già pubblicato.
Il nostro indice FTSEMIB il 27 dicembre 2018 aveva raggiunto
un valore minimo intraday di 17.914 come riportato nella tabella.
Dal minimo intrady è partita una tendenza rialzista che 3 giorni
fa ha fatto uscire l' FTSEMIB dalla fase di accumulo ed ora sta
raggiungendo il suo primo obiettivo a 19.875.
Il prossimo obiettivo si colloca a 20.965 3 se lo supera l' obiettivo
successivo sono i 21.680 punti e così via.
C'è qualche segnale di rallentamento della tendenza rialzista ed
il punto di inizio del rialzo è inferiore ai 18.400 punti originali.
Infine il minimo di chiusura a dicembre a 18.065 è inferiore del
26,4% rispetto al massimo di maggio a 24.544 punti.


domenica 20 gennaio 2019

Amazon ed il Nasdaq

L' Immagine contiene i grafici dell' azione Amazon e del Nasdaq100.
La trendline a medio in giallo di Amazon mostra una incertezza della
crescita dei profitti nel 2.017, incertezza che poi è stata superata dal
miglioramento della redditività dell' azienda.
Verso la fine 2018 il Trend a Lungo 2 sia su Amazon che sul Nasdaq
era in leggera discesa, quindi in divergenza segnalando una situazione
di ipercomprato.
L' ipercomprato era anche evidenziato anche dal forte aumento della
distanza tra la trendline a medio e quella a lungo.
Il successivo aggiustamento era quasi inevitabile e per in Nasdaq100
è diventato un inizio di correzione per tutti i problemi che conosciamo.
Va comunque sottolineato che Amazon si è comportata meglio del
Nadaq100 che è l' indice che la contiene.


lunedì 14 gennaio 2019

Apple ed i concorrenti

Apple è una società campione di innovazione, qualità ed alta profittabilità
che attira concorrenti come Huawey e Xiomi che di recente sono cresciuti
anche a scapito di Apple, che ha perso quota di mercato.
Inoltre Qualcomm di recente ha costruito il processore 855 di alta gamma
con prestazioni superiori a quello di Apple che deteneva il primato.
Tutto questo ha portato ad una contrazione delle vendite di Iphone Apple
ed una conseguente caduta del titolo AAPL come evidenziato dal grafico
dove anche a Trend Line a Lungo termine 5 dà segnali di affaticamento.
I Trend a Lungo Termine, che avevano individuato il massimo del titolo,
vedono complessivamente la possibilità di ulteriori ribassi ed anche nell'
ultima seduta di venerdì 11 gennaio Apple è andata peggio del Nasdaq.










martedì 8 gennaio 2019

Gli obiettivi del rimbalzo dell' SP500

Come riportato nel precedente post il Trend a Lungo 2 aveva intercettato
con precisione il recente minimo da dove l' SP500 era rimbalzato.
In questo post riporto quelli che sono i principali obiettivi/resistenze del
recente rimbalzo calcolati dal Trading System.
Primo obiettivo/resistenza è a 2.630 punti fino dove l' SP500 si trova in
area di accumulazione, poi 2.690 punti dove il MACD a medio termine
darebbe un segnale rialzista ed infine 2.800 punti dove l' indice rimane
allineato ad alcuni precedenti massimi.
Naturalmente il trading system vede sempre l' area dei 3.000 punti nelle
speranze degli investitori però qui le probabilità sono ridotte.


domenica 6 gennaio 2019

SP500 ed FTSEMIB

Venerdì 4 gennaio è salito tutto sia le azioni ed i rendimenti delle
obbligazioni a 10 anni US sono salite del 4,46 anche se Powell ha
promesso prudenza nel rialzo dei tassi della FED.
Osserviamo allora i grafici dell' SP500 e dell' FTSEMIB dove
notiamo che siamo su un rimbalzo del Trend a Lungo 2.
Il Trend a Lungo 2 ha un supporto che non è molto significativo,
soprattutto se associato a degli spread in rialzo.
Ecco perchè nel grafico riporto anche il Trend a Lungo 3 che ha
un supporto inferiore, ma più importante del Trend a Lungo 2.


martedì 1 gennaio 2019

SP500 2018 e 2007

La borsa è molto variabile come le situazioni politiche economiche che non
sono mai le stesse perchè il mondo si evolve.
Quindi non è facile individuare delle indicazioni standard che ci permettano
di capire quando ad esempio siamo su un massimo di borsa.
Però gli oscillatori a medio e lungo termine che riducono la volatilità ed i cui
massimi anticipano i massimi che rallentano come una gaussiana sul massimo
ci possono aiutare.
Nel grafico allegato applico un paio di oscillatori, il Trend ed in MACD, ai
massimi del 2.007 e del 2.018 ed osservo che in entrambe i casi sui massimi
di periodo si verifica una divergenza con i massimi precedenti.
Inoltre quando sul massimo dell' SP500 l' oscillatore Trend a Lungo raggiunge
solo il valore di 94 ed anche l' oscillatore MACD raggiunge un valore inferiore
al precedente massimo siamo su un massimo storico.
Questo vale almeno nel 2.007 mentre per il 2.018 siamo in attesa di conferme.
Buon anno a tutti e chi ha orecchie per intendere intenda, gli altri attendano.