domenica 31 maggio 2015

U.K, Germania, Francia, Italia e la flessibilità

Il referendum sulla permanenza nella zona dell' Euro della Gran Bretagna che ora si è
legato alla flessibilità nei conti è un argomento intrigante ed allora ho estratto alcuni
dati macro che possono aiutare a capire anche la natura politica del problema.
Sia in U.K. che in Germania il tasso di disoccupazione è attorno al 5% e guarda caso
la coesione attorno ai partiti di governo è elevata anche se non mancano i dissensi.
Osservando gli aspetti economici vediamo che U.K. ha la un livello medio di tasse più
basso di tutti quelli riportati in tabella ed ha un peso dei costi governativi migliore della
media Europea anche se non così competitivo come la Germania
Ora avendo un comodo rapporto debito PIL attorno al 90% perchè dovrebbe stressarsi
per rientrare velocemente su valori più bassi magari peggiorando l' occupazione che in
paesi come Francia, Italia, Spagna e Grecia dà forza alle forze antagoniste all' Euro?
L' Italia nel confronto con la Francia evidenzia un' allarmante rapporto debito PIL ma
con una pulizia dei costi della politica potrebbe recuperare competitività facilmente.








Nessun commento: