sabato 9 maggio 2015

L' SP500 ed il petrolio

Venerdì sui mercati è stata una giornata da leoni e chissà la volatilitià come sara salita?
Invece sull' SP500 la volatilità calcolata a 21 giorni e' diminuita allo 0,98%, risultando
inferiore al valore di 1,02% di giovedì!
Se consideriamo che dal massimo del 29 dicembre 2014 a 2.091 punti al massimo del
24 aprile 2015 a 2.018 l' indice è salito solo del 1,3% mentre i minimi dell' SP500 sono progressivamente saliti capiamo che l'oscillazione dell' indice si è contratta.
Da un punto di vista della dinamica del mercato la velocità di crescita è diminuta e per
capire il probabile impatto futuro di questo fenomeno riporto il prezzo del petrolio dall'
inizio del 2015 con l' ETF DBO che è indicizzato appunto sul prezzo del petrolio.
Nel grafico di DBO notiamo che sui massimi le Onde si espandono mentre poi, quando
le Onde si avvicinano, ne segue una diminuzione del prezzo.
Questo anche se i minimi del Trend a Brevissimo sono ascendenti come ora nell' SP500.
All' SP500 un analogo fenomeno di contrazione della volatlià accadde nel 2014 tra finale
luglio e fine settembre 2.014 ed a tutto ciò segui una correzione significativa dell' indice.
Quindi ora serve un controllo giornaliero della borsa come fa il mio Blog Servizio Clienti
che da qualche giorno è pure Long, ma fino a quando?
































Nessun commento: