mercoledì 10 dicembre 2014

Il Nikkei ed il PIL del Giappone

Il Nikkei dagli 8.500 punti di metà 2012 ai  quasi 18.000 punti di qualche
giorno fa ha più che raddoppiato il suo valore.
Va osservato che ultimamente l' onda dei massimi aveva dato un segnale
di iper comprato e che l' onda dopo essere transitata sotto la Trend Line
ha trovato sull' onda dei massimi una resistenza che l' ha portata a cambiare
la traiettoria con un repentino aggiustamento.
Questa dinamica è stata aiutata da una quantitative easing e se la borsa è
andata più che al raddoppio è spontanea immaginare che il PIL giapponese
sia salito alle stelle.
Però non è proprio così perchè negli ultimi 2 trimestri il PIL Giapponese è
tornato in negativo ed il Nikkei che è continuato a salire è stato il principale
beneficiario della quantitative easing, osserveremo come proseguiranno ma
chi ha investito in Giappone ora farebbe bene a prendere profitto.








Nessun commento: