martedì 28 ottobre 2014

L' FTSE MIB e l' economia Italiana

Quelli che riporto sono dati ufficiali ISTAT o della Borsa Italiana e lo
chiarisco perchè pongono domande di non facile soluzione.
Il primo grafico riporta l' andamento di crescita o decrescita del GDP,
PIL Italiano, dal 1999 ad oggi dove si nota che l' anno migliore è stato
il 2001 mentre il più disastroso il 2.009.
La seconda mostra l' andamento del Govenment Spending in rapporto
al GDP, ovvero PIL, che è cresciuto da un buon 46% ad un allarmante
oltre 50% insensibile alla riduzione del PIL.
SE il PIL, che sono i ricavi, ed il Govenment Spending che è l'esborso
complessivo della Pubblica Amministrazione salgono il risultato non
può che essere che un aumento del debito che in rapporto con il PIL ha
raggiunto un preoccupante 132,6%.
Qualsiasi azienda in queste situazioni sarebbe avviata al fallimento ed
infatti la sintesi delle aziende Italiane rappresentate nell' FTSE MIB ha
perso valore dai circa 50.000 punti dell' anno 2.000 ai 19.029 di ieri.
Un' azienda cosa farebbe per riprendersi?
Espanderebbe ancora il debito o ridurrebbe il "Govenment Spending"
facendo dimagrire la spesa della P.A.come promesso da alcuni politici
prima delle elezioni Europee?
Oppure passata la festa gabbato lo santo, come accade da decenni?


















































Nessun commento: