domenica 24 agosto 2014

Dallo Zero Base Budgeting alla Spending Review

La Spending Review tra origine dallo Zero Base Budgeting che è una processo
di controllo e pianificazione dei costi aziendali iniziato negli anni 1960 in Texas
Instrument. Nel settore pubblico americano fu introdotto nel 1973 da Jim Carter
quando era governatore della Georgia e successivamente nel 1977 da Presidente
Jim lo applicò a tutto il settore pubblico.
Diversamente dalla metodologia di budget tradizionale che tende ad estrapolare
il passato lo Zero Base Budgeting a la Spending Review tendono a rivedere la
struttura dei costi per  raggiungere i risultati con livelli di spesa alternativi spesso
sotto l' attuale livello di costo.
Diversamente dal budget tradizionale ed del processo di taglio di costi lineare la
Spending Review entra nel merito del processo di formazione del costo e formula
proposte di cambiamento per ridurre appunto i costi. Se in Italia è un processo
nuovo nel mondo ha 40 anni ed osservando l' andamento dei costi del settore
pubblico dei paesi che lo hanno applicato il risultato è stato più che positivo.
Con la Spending Review il settore pubblico non sottrae risorse alla crescita dell'
economia anche se può generare della impopolarità tra i politici e non porta i voti
che una spesa a pioggia può generare.
Ma una sistematica applicazione della Spendig Review, un processo consolidato
da 40 anni, non fa nemmeno crescere un mostruoso debito pubblico come quello
che abbiamo in Italia. Il problema del mostruoso debito pubblico Italiano prima
o poi va affrontato sicuramente con una Spending Review più energica di quella
già ipotizzata e forse anche con un ristrutturazione del debito stesso.
Ai politici Italiani ed all' Europa l' ardua sentenza, do ut des?

Nessun commento: