giovedì 19 giugno 2014

SP500 a 2.100 punti?

Ieri la FED ha tagliato il forecast del PIL Americano ma ha mantenuto l'
iniezione di liquidità se pur ridotta ed ha infuso ottimismo per la crescita
del PIL per il biennio 2015 e 2016, ma entriamo un pò nei dettagli.
La FED ha ridotto la previsione di PIL da 2,9 a 2,1/2,3 cioè del 20%
giustificando questo con l' inverno 2014 particolarmente freddo ma che
spiega solo una contrazione del PIL del  9,4 ed il restante 10;6%?
Comunque i profitti delle aziende nella prima parte dell' anno sono stati
nella maggior parte dei casi inferiori alle attese e se il PIL non sarà all'
altezza delle aspettative il fenomeno continuerà.
Quindi una correzione del mercato potrebbe essere giustificata?
Ma la FED continua ad immettere nel mercato ancora 35 miliardi di $
al mese con l' acquisto di bond e mortgage backed debt (subprime) e
quindi il mercato fa il suo mestiere e li investe.
Poi la FED vende dell' ottimismo per gli inverni 2015 ed il 2014 ed il
mercato parte al rialzo, perfetto.
Ma la punto in cui siamo da un punto di vista statistico diventa difficile
per il mercato  continuare a crescere mantenendo una bassa volatilità
ed allora molto probabilmente dovrà aumentare la volatilità e poichè i
profitti non promettono cose esaltanti il mercato in 2/3 mesi rischia di
raggiungere un massimo a 2.100 punti per poi finire come nel grafico
SP500 1987 da dove sono stati proiettati i 2.100 punti.



Nessun commento: