sabato 5 aprile 2014

Le divergenze di Wally e l' FTSE MIB

I numeri del Job Report di febbraio non erano poi molto migliori
di quelli di ieri ma il Trend di Wall Street non riscontrava alcune
divergenza con il Frattale del Trader di lungo periodo.
Infatti ad ogni massimo dell' indice corrispondeva puntualmente
un massimo del Frattale.
Nell' ultimo mese invece erano comparse diverse divergenze tra
gli indici o le azioni ed il Frattale, un segnale che il Trend rialzista
aveva meno forza rialzista che non a febbraio.
A febbraio è seguito poi un aggiustamento mentre ora le borse
rischiano una correzione anche del 20/25%.
Infatti, l' analisi di variabilità individua i supporti del Trend dell'
SP500 il 25% sotto al recente massimo, in caso di correzione.
A Wall Street c'è già che ci spaventa citando l' analogia con il
rally 1982, 1987 e la successiva correzione del 1987.
Oggi però ci sono ancora le Quantitative Easing americana, in
fase di esaurimento, e la giapponese a cui si sta per affiancare
quella della BCE.
Tutta vitalità accolta con entusiasmo ieri dal mercato Europeo!
Ora passiamo in rassegna gli indici iniziando da quelli americani.
Sia sul Dow Jones Transportation che sull' SP500 dai grafici
emergono le divergenze di cui ho appena parlato.


 Nel Nasdaq invece era già iniziato il Profit Taking del rally ma
era in corso un rimbalzo improvvisamente troncato dal job report.

























Sul nostro FTSE MIB invece il Frattale del Trader a Lungo termine
ha disegnato un triangolo rialzista che però sta giungendo a termine.
Poichè in politica ci sono ancora molte promesse e pochi fatti non si
può affatto escludere della volatilità.
Forse è meglio seguire il Trend in atto a Wally del Profit Taking?







Nessun commento: