sabato 11 gennaio 2014

Luci ed Ombre dei mercati

Oggi sugli indici che generalmente controllo ho trovato indicazioni
variegate tra il rialzista Italiano ed il ribassista Cinese a cui ieri si è
aggiunto un opaco job report US perchè il settore immobiliare non
sta crescendo come previsto.
Il nostro FTSE MIB ha connotati rialzisti ed ora gli obiettivi del
rialzo si sono ridefiniti tra 19.750 e 20.300.


























IL DAX invece fatica a trovare nuovi obiettivi rialzisti perchè sull'
ultimo massimo ha generato una divergenza tra l' andamento rialzista
dell' indice ed quello ribassista il Trend composito ed il Frattale del
Trader ed il Trend Primario si è appiattito.






L' SP500 sta perdendo forza rialzista perchè il settore immobiliare
sta soffrendo per il rialzo dei tassi a medio e lungo termine iniziato
a giugno 2013 e culminato a settembre, da dove continua.
L' impatto negativo del rialzo dei tassi sull' economia generalmente
ha un effetto dilazionato di alcuni mesi e lo stesso l' impatto positivo
di un ribasso ha un effetto ritardato.






Anche la Cina ha un problema di tassi in rialzo ed in questo caso
è il tasso interbancario in crescita fino al 6,5% con una inflazione
ultimamente rilevata al 2,5%. Quindi con 4 punti in più e questo
sta creando preoccupazioni sullo stato di salute delle banche come
ho già scritto.
I Trend ed i cicli ora anticipano la possibilità di future turbolenze
per arrivare poi a cambiamenti di regole contabili e conseguenti
ricapitalizzazioni.
Nell' area Euro l' ultima rilevazione del tasso interbancario è 0,27
con una inflazione allo 0,8 quindi un spread addirittura negativo!



Il Nikkei soffre della vicinanza alla Cina ed ha il Ciclo Medio ed
il Trend Compositi piatti mentre il Trend Primario mantiene ancora
il segno positivo.


















Nessun commento: