mercoledì 1 gennaio 2014

Buon Anno: Euro SI Euro NO?

Innanzitutto Buon Anno nuovo!
Come giustamente scrivono su Milano Finanza il settore pubblico
in Italia è l' unico componente del PIL ad essersi espanso in questa
crisi iniziata nel 2008, mentre l' economia industriale e dei servizi si
è contratta.
Il buon senso vorrebbe ora che le varie componenti del PIL Italiano
si riequilibrassero e per questo sono necessari provvedimenti come
l' eliminazione delle provincie, la riforma del Senato e l' accorpamento
di regioni e comuni per costruire un sistema più efficiente.
Questi provvedimenti consentirebbero sia un rientro del debito ma
anche il taglio del cuneo fiscale per rendere competitivo il costo del
lavoro Italiano.
Naturalmente anche uno snellimento complessivo delle regole del
sistema burocratico sarebbe più che utile per attrarre investimenti.
In questo modo l' Italia ritroverebbe competitività nel mondo con
beneficio della maggior parte di noi.
Euro Si Euro No o patrimoniali sono false alternative alle politica
di riequilibrio tra le componenti del PIL Italiano.
La speranza è l' ultima dea a morire quindi speriamo che prosperi.

Nessun commento: