sabato 29 giugno 2013

Borse: tra stabilizzazione e ribassi

Come previsto è stata una settimana con un tentativo di stabilizzazione
delle borse conclusasi poi con una presa di profitto.
Forse manca la convinzione di ritornare sui massimi e l' andamento dei
listini a degli indicatori fa immaginare nuovi minimi sul medio termine.

La forza del nostro FTSE MIB è il made in Italy ed anche Marchionne,
che ha presentato i nuovi modelli Maserati ed Alfa, sembra ora convinto
che non basta cambiare il marchio da Chrysler a Lancia per vendere.
Purtroppo la costosissima struttura medioevale del nostro assetto politico
costa un sacco di tasse che manda in recessione il paese.
Ed allora il nostro indice azionario esprime già la tendenza ribassista con
la Volatilità del Trend ed il Segnale di Ciclo a Medio che scendono.








Il DAX che era salito su nuovi massimi storici ed ora sta correggendo.
Il rimbalzo di questa settimana non lo ha sottratto dalla linea ribassista.
La Volatilità del Trend ora tende ad appiattirsi e questo significa che il
rimbalzo sta perdendo forza.








L' SP500 mantiene una impostazione ribassista confermata dal Segnale di
Ciclo a Medio che rimane in area negativa, tendenza alla stabilizzazione o
al ribasso? La linea del Trend Composito propende per il ribasso a medio
termine anche perchè i dati macro economici vedono l' economia in frenata.
Poi la liquidità lo farà riprendere quota con il ciclo economico.







Il Nikkei è un indice molto volatile che ora tende a riprendere ma l' estrema
volatilità è più adatta al trading che all' investimento di lungo periodo
Il Segnale di Ciclo a medio rimane ancora in area negativa perchè l' indice è
sceso molto e prima di ritornare in positivo può continuare nella correzione.






Dopo il declassamento del debito pubblico della Cina di Fitch ed i segnali
di rallentamento della produzione l' indice è precipitato verso il basso ed in
questa settimana è rimbalzato come tutti gli altri indici.
La tendenza dell' indice e dei trend rimane ribassista e quindi è opportuno
attendere l' assestamento a medio termine prima di tentare posizioni Long.
A meno di voler cogliere eventuali rimbalzi temporanei usando gli indicatori
tecnico statistici a breve.




Nessun commento: