venerdì 9 novembre 2012

Tendenza dei Mercati 08.11.2012

Gli indicatori segnalavano la formazione di un canale discendente ed
ora siamo in una fase di mercato ribassista più o meno accentuata sui
vari indici ed andiamo a vedere nei dettagli.

FTSEMIB che conferma la rottura del trend rialzista che era culminato
alla metà di settembre a 16.624 punti.
Ora si trova di nuovo sul supporto di 15.100 dove probabilmente proverà
a resistere ma ha bisogno di un nuovo minimo per rimbalzare con forza.
Il rallentamento delle economie Europee, confermata dalla commissione
Europea e dalla BCE, è la causa principale.

                                       
DAX che sta beneficiando del fenomeno denominato "fly to quality" come
se volando sulla qualità si evitassero i problemi di redditività delle imprese
in presenza di un rallentamento dell'economia.
L' impatto sarà minore che in Italia ma non ne saranno esentati nemmeno
loro, da qui alla primavera avremo le idee più chiare.
Intanto l' indicatore di ciclo si è indebolito e non segnale rialzi imminenti.


SP500 Wall Street aveva sostenuto Obama perchè molto probabilmente
Romney avrebbe richiesto un aumento dei tassi di interesse, che in una
fase di rallentamento economico, avrebbero peggiorato la situazione.
Ma ora corre ai ripari con un alleggerimento dell' azionario attendendo
chiarimenti come confermato dagli indicatori statistici che ora sono in
un area di probabile rimbalzelli.
Attenzione però ai facili entusiasmi perchè il Trend a Medio e Lungo
termine non ha ancora rilevato un minimo significativo per un rimbalzo
corposo.
Meglio allora attendere la fine novembre prima di attendersi l' eventuale
rally di natale.


Nasdaq100 anche qui siamo in fase di ribasso con l' Indicatore di Ciclo
in area negativa e l' indice può ancora scendere prima di risalire in modo
significativo, stesso discorso dell' SP500.












Rendimenti dei Treasury in calo perchè è aumentata la domanda di bond
da investitori in uscita dall' azionario. E questa è la tattica raccomandata.













Cina che sta guadagnando la fiducia di riuscire a stabilizzare la crescita.
Ma sia il Trend a Medio Lungo che l' Indicatore di Ciclo suggeriscono
di adottare una tattica attendista come per il resto del' azionariato.











 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 






Nessun commento: