sabato 16 giugno 2012

Grecia ed Euro

Nei mercati finanziari c'è grande attesa per le elezioni in Grecia
quasi queste potessero risolvere il problema del debito pubblico
della Grecia.
Ricordo che i privati già ad inizio 2010 proposero di ridurre il
debito con una riduzione del suo valore, allora lo spread dei titoli
decennali Greci con il Bund era circa del 6%.
Purtroppo questo intervento è arrivato solo di recente ed intanto
lo spread dei titoli decennali con il Bund sono schizzati oltre il
25% come si evince dal grafico.








Ovviamente il livello del debito è ancora troppo elevato per
permettere al paese di riprendersi con le proprie e forse solo
una nuova riduzioni del debito può permettere alla Grecia la
permanenza nell' Euro.
Quindi dipende dalla volontà politica Europea tenere la Grecia
nell' Euro o emarginarla perchè non riesce a pagare il debito.
Il risultato delle elezioni può contribuire a migliorare il dialogo
tra la Grecia e l' Europa.
Questo è un importante banco di prova dell' Euro e se fallisce
mette a repentaglio la permanenza nell' Euro altri paesi con lo
spread elevato.
Purtroppo i leader politi sono arrivati in ritardo con la Grecia
ed ora rischiano di arrivare in ritardo nel salvare l ' Euro.
C'è da sperare nel contributo di chi come Mario Monti ha una
esperienza internazionale perchè altri, Merkel inclusa, stanno
dimostrando una visione limitata al loro orticello.
Ma un bellissimo orticello senza un mercato dove vendere gli
ortaggi deperisce.






Nessun commento: